Molteplici fattori, sia interni ed esterni all'impresa, spesso concomitanti, possono causare difficoltà, compromettendone l'equilibrio economico-finanziario. Tali fattori, se non individuati per tempo, possono minacciare la stessa sopravvivenza dell'impresa. Generalmente, il Management comincia a rendersi conto delle difficoltà quando la performance aziendale è inadeguata o in declino: - il volume dei ricavi non cresce quanto crescono i costi; - l'azienda non dà utili o genera perdite; - diminuisce la quota di mercato; - aumenta l'indebitamento; - diminuisce la liquidità. Dal punto di vista operativo, i primi interventi da realizzare hanno come obiettivo il recupero di efficienza nel breve periodo. Essi possono riguardare il ridimensionamento dei costi di struttura e, ove possibile, il disinvestimento di attività non strategiche o non più remunerative. Ciò, con l'obiettivo di riportare l'azienda al livello di "break even" (situazione di pareggio economico). Ulteriore aspetto prioritario da pianificare è quello relativo all'equilibrio finanziario (situazione dell'indebitamento e dei flussi di cassa). Questo, per bloccare l'erosione della liquidità e ripristinare le condizioni minime, necessarie per la sopravvivenza dell'azienda. Redazione di business plan e Piani Industriali, con l'obiettivo di esplorare preventivamente tutti gli aspetti del risanamento aziendale, valutando (anche mediante la simulazione) le conseguenze delle diverse possibili scelte strategiche, organizzative, finanziarie, produttive e commerciali. Tutto ciò, con riferimento ad un orizzonte temporale di medio e lungo periodo.  

La crisi aziendale tocca il suo apice negativo quando si giunge a uno stato di insolvenza, ovvero quando si riscontra una carenza diliquidità o di credito o,nei casi più gravi, il valore delle attività risulta inferiore al valore facciale del debito. Prepariamo un processo di ristrutturazione con l'obiettivo centrale del salvataggio dell'impresa mediante la previsione di una serie di azioni mirate che, sulla base di un’analisi delle cause che hanno provocato la crisi, vadano a di incidere sulle componenti di natura industriale e finanziaria della gestione. Interventi di corporate restructuring (accordi stragiudiziali) procedure concorsuali concordato preventivo,accordi stragiudiziali piani idonei a consentire il risanamento dell’esposizione debitori a e ad assicurare il riequilibrio della situazione finanziaria dell’impresa (art.67,comma3,lett.d) della legge fallimentare) o accordi di ristrutturazione dei debiti di cui all’articolo182-bis della legge fallimentare.